ScriviBookTribu News

Il Personaggio del mese: Vincent Safrat

09 maggio 2016

Lo chiamano l'editore dei poveri, perché ha deciso di dedicare la sua vita alla diffusione della cultura tra le classi meno abbienti, della Francia, specie tra i giovani.

 

Vincent Safrat, figlio di un sarto e di una segretaria, è cresciuto in una famiglia povera, ma fin da ragazzo sognava di dedicarsi all'attività di editore. Un'attività che ha cominciato in modo inusuale, chiedendo alle grandi case editrici francesi di vendergli a prezzo stracciato le rimanenze dei magazzini, tutti quei libri invenduti destinati al macero. Inizialmente i libri li distribuiva gratuitamente alle persone che non potevano permettersi di acquistarli, ma ben presto questa attività di beneficenza si è trasformata in una vera e propria distribuzione editoriale. Vincent Safrat infatti ha fondato Lire c'est partir, Leggere è partire, un'organizzazione che vende libri per bambini e ragazzi direttamente alle scuole delle zone più povere di Parigi.

Safrat ha cominciato incontrando i presidi e i docenti delle scuole, per capire di cosa avessero concretamente bisogno: il passo successivo è stato procurarsi un furgone, per poter girare comodamente da un istituto all'altro. Oggi i furgoni sono diventati cinque, e l'attività, oltre a Vincent, conta tredici dipendenti: i titoli in catalogo sono oltre 500, e vengono stampati 30 nuovi titoli ogni anno. Ogni libro viene venduto a soli 80 centesimi, ed è lo stesso Vincent ad assumersi tutte le spese per la pubblicazione di testi di autori ancora sconosciuti che intende promuovere.

Probabilmente no diventerà mai ricco, ma Vincent è contento così: ogni libro, spiega, è una forma di emancipazione dal disagio, e promuovere la cultura resta la forma più efficace di lotta alla povertà.

Per approfondire:

http://www.michele-grassi.com/vincent-safrat-leditore-dei-bambini-poveri/

 

SCRITTO DA La Redazione
voti1 mi piace
commenti0 commenti
Condividi su

Torna su