ScriviBookTribu News

L’amore è donna

30 maggio 2018

BookTribu non è un mondo fatto solo di autori, lettori e illustratori. È anche un mondo di personaggi. Per chi avesse letto i libri (ma soprattutto per chi non li avesse ancora letti!) proponiamo una rubrica sui personaggi. Abbiamo lasciato libero spazio agli autori, a loro il piacere di scegliere come presentarceli. 

Eva Green è la protagonista di Obsession di Ilaria Bonelli. Un thriller che è anche un romanzo d’amore. Una donna coraggiosa e passionale, tutta da scoprire in due piani temporali narrativi tra loro accostati. Ilaria l’ha fotografata per noi in due momenti molto diversi nella vita di una donna. 

Appena diventata adulta, Eva è andata a vivere da sola a Chatsworth e si affaccia alla vita. Tredici anni dopo, le vengono riproposte da Ilaria le stesse domande, che ci mostrano il tempo che passa e una giovane donna in divenire. 

Ciao Eva, quanti anni hai?

Ventidue. 

Descrivi il tuo giorno perfetto.

È un giorno in cui non devo andare al lavoro alla tavola calda, mi alzo tardi al mattino e mi occupo del mio benessere, manicure e maschera purificante per il viso. Leggo un buon libro e faccio una cena leggera.

Se potessi scegliere tra qualsiasi persona al mondo, chi inviteresti a cena?

Oscar Wilde, mi sono innamorata del suo “Ritratto di Dorian Gray”. Sicuramente era un uomo brillante.

A chi sei più grata?

A mia madre. Mi ha dimostrato che anche nella sofferenza e nella solitudine si possono fare grandi cose, come crescere me e mia sorella Cleo.

Cambieresti qualcosa nel modo in cui sei stata educata?

Essendo nata e cresciuta in un piccolo paese non sono mai stata abituata al caos della città e in situazioni movimentate mi agito in fretta.

Se potessi svegliarti domani con una nuova dote, quale sceglieresti?

Essere meno pigra! Mi piacerebbe fare più attività fisica, al jogging preferisco i libri.

Se potessi scoprire la verità su te stessa, sul futuro o un qualsiasi argomento, cosa vorresti sapere?

Sarebbe interessante e rischioso conoscere il mio futuro, ma sono troppo curiosa e vorrei sapere comunque che cosa mi attende.

C'è qualcosa che hai sognato di fare e non hai fatto?

Viaggiare è sicuramente in cima alla mia lista delle cose da fare, ci sono tantissimi bei posti che vorrei visitare.

Qual è la più grande soddisfazione della tua vita?

Da poco mi sono trasferita a Chatsworth, nella casa di mia zia Maggie, che è morta da poco. Sto conquistando la mia indipendenza e ne sono orgogliosa.

Che cosa conta di più nell'amicizia?

Penso che nell'amicizia, come in qualsiasi altro rapporto, sia molto importante essere sinceri ed essere presenti. Ho interrotto molte amicizie per questo motivo.

Qual è il tuo ricordo più caro?

Il primo Natale a casa Green dopo che mio padre aveva lasciato la mamma. Io ero giovane e credevo che la mia famiglia non sarebbe mai più stata la stessa. Mamma Green è stata meravigliosa e ha dimostrato a me e a Cleo che non serve un uomo per festeggiare. 

E il più terribile?

La morte di mio nonno, l'unico che ho potuto davvero conoscere. Avevo nove anni quando se n'è andato.

Se sapessi di dover morire tra un anno, che cosa cambieresti nella tua vita?

Cercherei di godermi al meglio ogni singolo istante.

Ritieni che la tua infanzia sia stata in media più o meno felice delle altre?

A parte il divorzio dei miei genitori, mi ritengo fortunata. Ho frequentato una buona scuola e avevo tanti amici.

Hai un buon rapporto con tua madre?

Sì, certo. Però abbiamo entrambe un carattere forte e questo ogni tanto ci porta a scontrarci.

Qual è la cosa che rimpiangi di non aver detto a qualcuno?

Cerco sempre di dire quello che penso, ma non sempre è facile. Penso che mi sia tenuta qualche “ti voglio bene” di troppo. È importante dirlo alle persone che si amano davvero.

La tua casa brucia, hai il tempo di salvare soltanto un oggetto, cosa scegli?

Mi sono trasferita da poco quindi la casa non ha ancora l'aspetto che vorrei, non l'ho personalizzata. Dovendo scegliere credo che pescherei un abito dall'armadio, è corto e non l'ho mai messo.

Quanto conta per te l'amore?

Moltissimo, la vita a due deve essere sensazionale.

E il sesso?

È importante come l'amore.

C'è qualcuno al tuo fianco in questo momento?

No, da quando ho rotto col mio ultimo fidanzato sono rimasta single.

C'è qualcosa per cui definisci unico il tuo partner?

Deve essere comprensivo e protettivo, mi piacerebbe avere accanto un uomo che sa farmi sorridere.

L'amore si consuma o cresce col passare del tempo?

Dovrebbe crescere, ma chissà!

Che cosa ti ha ferita di più nei sentimenti?

Un tradimento, è difficile da superare.

---

Eva Green è ora diventata Eva Stephenson, sposata da più di dieci anni con Clayton Stephenson, noto criminale di Atlanta. 

Ciao Eva, quanti anni hai?

Trentacinque. 

Descrivi il tuo giorno perfetto.

Mi sveglio di buon mattino e preparo la colazione da portare a letto a Clayton. Passo tutta la giornata con lui, ceniamo fuori e facciamo un romantico giro in macchina nei dintorni di Atlanta.

Se potessi scegliere tra qualsiasi persona al mondo, chi inviteresti a cena?

Ovviamente Clay, vorrei passare ogni secondo con lui.

A chi sei più grata?

Suono ripetitiva se dico ancora Clayton? Mio marito mi tratta come una regina, senza di lui servirei ancora ai tavoli in un paesino dimenticato da Dio.

Cambieresti qualcosa nel modo in cui sei stata educata?

Non avendo avuto un padre accanto durante l'adolescenza, ho dovuto capire da sola come trattare con gli uomini. Sicuramente la sua presenza mi avrebbe resa diversa, anche se non necessariamente migliore.

Se potessi svegliarti domani con una nuova dote, quale sceglieresti?

Saper ballare. Purtroppo, nel mio patrimonio genetico non c'è ritmo!

Se potessi scoprire la verità su te stessa, sul futuro o un qualsiasi argomento, cosa vorresti sapere?

Se dovrò affrontare altre sfide difficili. L'ultima mi ha spossata. Mi piacerebbe sapere anche se esistono gli alieni!

C'è qualcosa che hai sognato di fare e non hai fatto?

Mmmm, direi di no. Sono davvero poche le cose che Clayton mi nega. Forse mi manca solo trascorrere il Natale in Alaska, o dove nevica.

Qual è la più grande soddisfazione della sua vita?

La mia intera vita è una soddisfazione! Non cambierei niente.

Che cosa conta di più nell'amicizia?

Da quando mi sono trasferita ad Atlanta non coltivo molte amicizie. Resto del parere che tra amici sia importante gioire delle conquiste dell'altro e piangere insieme le sconfitte.

Qual è il tuo ricordo più caro?

Il giorno del mio matrimonio. Ero una sposa davvero esagitata, ma alla fine è filato tutto liscio.

E il più terribile?

È legato alla mia rottura con mamma. Lei non ha mai accettato che Clayton facesse parte della mia vita per via della differenza d'età. Da quel giorno non ci parliamo più.

Se sapessi di dover morire tra un anno, che cosa cambieresti nella tua vita?

Forse prenderei in seria considerazione l'idea di fare un bambino, tanto per non lasciare Clayton da solo. So per certo che sarebbe un padre amorevole e delizioso.

Ritieni che la tua infanzia sia stata in media più o meno felice delle altre?

Penso che non mi sia mancato nulla, tranne un padre. 

Hai un buon rapporto con tua madre?

Non ho alcun tipo di rapporto con lei. So che sta bene solo perché me l'ha detto mia sorella.

Qual è la cosa che rimpiangi di non aver detto a qualcuno?

Sono molto testarda, penso che avrei potuto gestire meglio alcune situazioni e fare un passo indietro, per esempio proprio con mia mamma. Generalmente però dico sempre tutto.

La tua casa brucia, hai il tempo di salvare soltanto un oggetto, cosa scegli?

Solo uno? È una scelta davvero difficile, forse l'album di nozze. Alcuni ricordi sono più preziosi dell'oro.

Quanto conta per te l'amore?

È fondamentale.

E il sesso?

Pure, mi piace scovare nuovi modi per renderlo indimenticabile.

C'è qualcuno al tuo fianco in questo momento?

Sono sposata da quasi 13 anni con Clayton.

C'è qualcosa per cui definisci unico il tuo partner?

Clay ha tante facce, come un dado, sa sempre cosa dire e come comportarsi a seconda delle situazioni. È perfetto in tutto e per tutto.

L'amore si consuma o cresce col passare del tempo?

Se è vero amore cresce. All'inizio è facile, dopo tanti anni può capitare di piombare nella routine, l'importante è che non si consumi mai.

Che cosa ti ha ferita di più nei sentimenti?

Una bugia di tanto in tanto, ma nulla di davvero insopportabile.

---

Se volete saperne di più del mondo di Eva e del suo amore, non esitate a leggere Obession. L’amore che diventa ossessione, ma non solo. 

Grazie a Ilaria!

 

SCRITTO DA La Redazione
voti4 mi piace
commenti2 commenti
Condividi su

Torna su