ScriviBookTribu News

La Biblioteca di Babele: e le fantasie di Borges diventano realtà (virtuale)

02 giugno 2015

Nel 1941 lo scrittore argentino Jorge Luis Borges pubblicava un romanzo breve intitolato “La biblioteca de Babel”, in cui esprimeva l’idea di un universo sotto forma di immensa biblioteca contenente tutte le possibili combinazioni di lettere - praticamente qualsiasi cosa che possa potenzialmente essere comunicata attraverso la lingua scritta. La biblioteca era immaginata come una serie infinita di gallerie esagonali.

Ora lo scrittore Jonathan Basile ha trasposto la finzione letteraria di Borges in una finzione virtuale, Libraryofbabel.info, che da accesso potenziale a 104677 libri. Lo strumento ricerca del sito consente di trovare ogni singola pagina di opere mai scritte, così come dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. Ma ogni singola pagina, appunto, slegata da quella successiva. La biblioteca, al momento, non consente di governare la combinazione delle pagine. Se questa restrizione fosse superata, la biblioteca - spiega Basile “conterrebbe qualsiasi libro mai scritto e tutti i libri che saranno scritti nel futuro, inclusi le canzoni, i testi scientifici, le costituzioni, i codici giuridici, le sceneggiature, tutto.”

Ma, anche se questo esperimento riuscisse, quante vite ci vorrebbero per leggere tutto? Fermandosi solo un secondo su ogni pagina, occorrerebbero 104668 anni. “Sfortunatamente, la terra sarà consumata dal sole in meno di 1010 anni, quindi in ogni caso non potremmo farcela” conclude Basile, con lo stesso pizzico d’ironia del bibliotecario protagonista del racconto di Borges.

Bello pensare che tutti i libri che scriverete e che BookTribu pubblicherà hanno già il loro posto assegnato nella fantascientifica Libreria di Babele!

SCRITTO DA La Redazione
voti0 mi piace
commenti0 commenti
Condividi su

Torna su