ScriviBookTribu News

Silvia Lodini vince il 2° Concorso Letterario Nazionale di BookTribu

28 maggio 2017

Clelia Pulcinelli vince il Premio "Trama", Pietro dell'Oglio si aggiudica il Premio "Personaggi e Ambientazione" assegnati dalla Giuria per la qualità delle Opere. A Silvia Lodini il Premio "Stile" ed è la vincitrice del Concorso con L'alfabeto della mente.

Vincitore del 2° Concorso Letterario Nazionale di BookTribu è L’alfabeto della mente di Silvia Lodini con la copertina di Elisa Nanni.

“L’opera si impone per il suo carattere e per gli elementi di modernità letteraria che ne costituiscono il punto di forza; il rapporto con il lettore è richiesto dall’autrice esplicitamente, così come la sua partecipazione. Da un lato, infatti, le problematiche proposte rimarcano quelle condivise dai giovani del nostro tempo, ma è pur vero che esse vengono attraverso la riflessione continua che i personaggi conducono su se stessi, sugli altri, e sul loro mondo di valori e disvalori. L’opera, originale nell’invenzione, è portatrice di un contenuto solido che provoca sapientemente il lettore, si chiude con un finale aperto affidando a chi legge la possibilità di ulteriori riflessioni sul tema che né è stato il motore, mantenendosi viva per l’intero svolgimento”.

Premio “Trama” a Clelia Pulcinelli con Gli ultimi giorni di Naavah. Copertina di Elena Castiglioni.

“L’autrice riesce a sospingere la propria immaginazione nella graduale e progressiva costruzione di un mondo narrativo poliedrico e ricco di suggestione. Al seguito di un’intuizione letteraria che convince il lettore, il nucleo della storia va progressivamente espandendosi in direzione di una efficace finzione ammaliatrice. Il carattere dell’opera è dato, infatti, dalla costruzione di molteplici scenari narrativi: un romanzo in cui la fantasia creatrice si moltiplica in più direzioni, con risultati efficaci”.

Premio “Personaggi e Ambientazione” a Pietro dell’Oglio con La Viola di Akenah. Copertina di Giada Ottone.

“L’autore si cimenta con padronanza nel genere fantasy, di cui dimostra di dominare con sicurezza i meccanismi narrativi. L’ampio disegno della storia si dispiega in una struttura complessa e in un’originale articolazione, che mantiene il lettore sospeso tra la dimensione dell’avventura e quella del sogno. Oltre a questo elemento di originalità, il romanzo presenta un’architettura elaborata e coerente, ed evidenzia la capacità dell’autore di giungere al finale giocando con destrezza le possibilità offerte dall’intreccio, mettendone in risalto le accertate abilità espressive”.

Premio “Stile” a Silvia Lodini con L’alfabeto della mente. Copertina di Elisa Nanni.

“L’alfabeto della mente si colloca con decisione nella tendenza narrativa e cinematografica “postmoderna”: affronta, infatti, attraverso il genere distopico, una storia di formazione secondo modalità ben lontane dall’autobiografia o dalla cronaca adolescenziale. Il romanzo, quindi, si caratterizza per uno stile maturo, che si avvale di  una scrittura fluida, di una sintassi articolata, di un lessico ricco e puntale, estremamente fedeli al contesto della finzione narrativa prescelta”.

Grazie a tutti per la calorosa partecipazione!

 

SCRITTO DA La Redazione
voti10 mi piace
commenti3 commenti
Condividi su

Torna su