ScriviGiuseppe Di Battista

maschera

Età: 53 anni

Città: Torino (Torino)

Iscritto dal: 27/09/2018 00:12:44

Opere candidate 1

Contatta l'autore

Le sue opere candidate

La fine del gioco

La fine del gioco

Giallo

voti1 mi piace
commenti1 commenti
Guarda ora

Immagine autore

Profilo:

Sono sempre stato appassionato di film e romanzi thriller, ne vedo e leggo in continuazione. I miei preferiti sono di registi e autori americani. Tra gli altri: Bryan de Palma, Ridley e Tony Scott, Stephen King, Jeffery Deaver, tutti rigorosamente americani e i migliori nei thriller. Cominciò a balenarmi l’idea di cimentarmi nello scrivere un romanzo ambientato a New York, precisamente a Manhattan, con il sogno di farne un Bestseller e perché no, una sceneggiatura per un film. Non ero mai stato a New York e così mi documentai moltissimo e per molto tempo, anche guardando film e leggendo libri ambientati nella Grande Mela, una cosa un po’ alla Emilio Salgari che scrisse di luoghi, Monpracem e la Malesia, restando in Italia. 
Pur essendo Il sapore della notte, il primo romanzo che iniziai a scrivere, fu Specchietto per le allodole, questo il titolo del thriller ambientato a NewYork, che terminai prima, era il 2001, l’anno dell’attentato alle Twins Towers. Attraversai un periodo un po’ difficile, anche a causa della perdita del lavoro e così abbandonai la scrittura e i miei romanzi, fino al 2011. L’occasione fu un talent sulla scrittura che Rai tre stava organizzando. Io fui tra i cinquemila partecipanti in tutta Italia. Il titolo era Masterpiece e così ripresi il mio romanzo, Specchietto per le allodole, lo revisionai e cambiai la seconda parte, dopodichè, lo inviai insieme alla mia biografia e delle foto. Nell’attesa dell’eventuale chiamata per i provini, che non ci fu; terminai il mio primo romanzo Il sapore della notte e complice una mia avventurosa ascesa sul misterioso e magico monte Musinè della provincia di Torino, fui ispirato a scrivere un romanzo esoterico-spirituale dal titolo L’alba di un giorno nuovo, edito da La Feltrinelli. Insieme a un altro paio di centinaia di aspiranti partecipanti a Masterpiece, mi iscrissi in un gruppo Facebook creato da Paolo Pagnini, chiamato Quelli che vogliono partecipare a Mastepiece. In questo gruppo ci fu la svolta! Conobbi undici aspiranti scrittori con cui cominciai un progetto di scrittura sinergica, un romanzo scritto a più mani dal titolo Monsterpiece, il romanzo. In seguito, inviai Specchietto per le allodole a Casasanremo Writers e giunsi tra i 19 finalisti. Tre anni dopo, terminammo il romanzo sinergico, che diventò Bestseller, cronaca di una vendetta e fu pubblicato dalla casa editrice Edizioni Il Viandante. Nell’aprile del 2016, in occasione della prima presentazione a Manoppello in Abruzzo, finalmente conobbi gli altri miei coautori del romanzo. Ci furono in seguito altre presentazioni in giro per l’Italia, tra cui quella prestigiosa al Salone del libro a maggio del 2017. Ho da poco terminato di scrivere l’ultimo mio romanzo, L’era dei talenti, che è giunto tra i primi 9 finalisti del premio Yume e che sarà presto pubblicato.

Torna su