Quei giorni che erano a colori

di Antonio Giardina
ROMANZO
In questo mio primo romanzo ho descritto quelli che sono i miei ricordi da quando ho memoria e fino all'età di 18 anni, ricordi bellissimi e…. colorati.
Si colorati...anche se le foto dell’epoca erano rare e tutte in bianco e nero. Ma quel periodo della mia vita non è stato in bianco e nero. È stato pieno di colori, di scoperte e di gioia di vivere. Sono nato nell’anno 1952 e attraverso i miei ricordi ho ripercorso quella che era la società in Italia negli anni ’50 e ’60 per noi bambini e ragazzi. Come eravamo, come vivevamo e che sogni avevamo, in un Amarcord senza nostalgie per chi quei tempi li ha vissuti e anche per quelli che ne hanno sentito parlare ma solo in parte. Un emozionante scorcio sul passato che ci ricorda da dove veniamo. Ecco quindi che, come per magia, leggendo questo libro accade di rivisitare quel mondo incantato fatto di sentimenti e valori forse un po’ dimenticati. Un mondo dove “Carosello” non era soltanto alla sera ma una continua scoperta di suoni, immagini ed emozioni.
voti65 mi piace
commenti37 commenti
Torna su