Tutti incinta al posto mio!

di federica d'ascani
ALTRO
Dalla prefazione:

Quindi c'è un punto da chiarire: siete intenzionati a leggere queste pagine perché volete appurare se il vostro grado di luoghi comuni sia a un buon livello rispetto alla società odierna, oppure perché siete arrivate al mio stesso punto di non sopportazione? E badate bene, queste parole non sono dettate dagli ormoni, come molti stanno pensando, magari con un sorrisino tra le labbra. Un sorriso beffardo. Un sorriso che vorrebbe trasmettere “Sono gli ormoni, è inutile che dici di no. Io la so lunga, sono proprio gli ormoni”. Tra queste pagine vedrete quanto moltissime cose non dipendano affatto dagli ormoni, ma dal normale carattere di ogni individuo e dalla giusta e sacrosanta voglia di far terminare le idiozie ascoltate. Riconosco che durante i nove mesi di gestazione si sia più inclini al nervosismo (e riecco apparire quel sorrisino malefico) ma questo non significa che da dottor Jeckill, la donna diventi un Mister Hide. Non è così. La gente è snervante, è bene che le persone comincino a rendersene conto. E non prendete questo per un manuale di interpretazione, stile “libro dei sogni”. Le frasi, gli episodi, le battute e le non richieste spiegazioni che citerò qui, non vogliono essere un vedemecum per il rompicoglioni di domani, ma una lista di tutto ciò che ha veramente fracassato i marroni alle persone che, semplicemente, hanno una propria coscienza e un proprio cervello pensante. Premettendo che, nonostante tutto ciò sembri voler dire “Non datemi consigli, non li accetterò”, i consigli sono ben accetti, se richiesti e detti con tatto: c'è modo e modo di dire le cose. E soprattutto: non cercate di inculcare qualcosa nella testa di una donna incinta determinata a dimostrare il contrario di quanto state dicendo. Le donne, durante la gravidanza, non regrediscono alla fase embrionale insieme al proprio bambino, non hanno bisogno che le cose vengano ripetute affinché se ne convincano e non hanno bisogno di essere trattate come povere dementi che un giorno capiranno. Una donna incinta, prendendo in esame una fascia di età compresa tra i venti e i quarantacinque anni (e queste ultime a maggior ragione) conoscono perfettamente il proprio carattere e sanno con precisione ciò che sopportano e ciò che, invece, proprio non digeriscono. Questa breve prefazione è solo per farvi una panoramica generale circa l'umore di una donna in gravidanza... Non osate troppo, con lei, potreste non avere più modo neanche di pentirvene...

voti5 mi piace
commenti7 commenti
Torna su