ScriviOpere candidate
CANDIDATURE

Nell'Ombra

Giulio Sartori è malato di CIPA, o “Insensibilità Congenita al Dolore con Anidrosi”: la malattia del sistema nervoso che inibisce dolore e sudorazione. I genitori del ragazzo, preoccupati, lo mandano al Centro di Ricerca per Malattie Rare, un collegio in montagna che assicura di studiare e curare i ragazzi affetti da sindromi particolari per offrire loro una vita normale. Appena Giulio giunge alla scuola, si accorge subito che qualcosa non va: a partire dalla struttura, simile a quella di un manicomio, fino alle persone, dai sorveglianti, che assomigliano a guardie carcerarie, agli studenti, divisi in Alfa, Beta e Gamma, a seconda delle loro malattie. Non è l’unico a porsi domande: altri studenti hanno sospetti sulla scuola, in particolare sul preside, che sembra ossessionato dalla perfezione. Ma i ragazzi sono soli, nessuno crede nei “pazzi”, neanche le loro stesse famiglie, e l’unica cosa che li distingue agli occhi degli adulti sono le loro malattie, una per ognuno di loro, che li rende vulnerabili e speciali allo stesso tempo, malattie più uniche che rare. E per scoprire che cosa c’è sotto possono contare solo su loro stessi. Su loro stessi, e sui loro compagni.
voti9 mi piace
commenti5 commenti

Diario di una giovane tirocinante

Marta vuole diventare un’infermiera. È convinta della sua scelta, talmente convinta che il primo giorno di tirocinio rimane delusa. Non è un buon modo di iniziare il percorso, ma quella sensazione proprio non l’abbandona. Sarà che l’ospedaletto dimenticato da Dio e dalla Asl non è proprio il Seattle Grace; sarà che l’assegnazione al reparto di medicina non è così appetibile; sarà che forse non era portata per quel mestiere. Marta, seppur introversa e con un lutto nel cuore ancora fresco, prosegue il cammino, tra sacrifici e fatiche, tra infermiere che l’aiutano e pazienti che le ricordano che un grazie a volte è il regalo più grande. Marta è tenace e quando cade lungo il tortuoso percorso della triennale, si rialza, si asciuga le lacrime e continua per la sua strada, abbandonando lungo la via l’ingenuità che si portava dietro dall'adolescenza, arrivando a ventidue anni, il giorno della sua laurea, a capire che la vita spesso ci devia, ci confonde e che solo dopo qualche tempo, con il senno di poi, comprendiamo il senso delle nostre scelte.
voti40 mi piace
commenti18 commenti
maschera

Martina Pregnolato

Opere candidate Libri in vendita

PARTITURA PER NOTTI ALIENE

Ventisei racconti uniti dal filo conduttore dell'attuale condizione pandemica e, in particolare, del periodo trascorso in lockdown integrale
voti0 mi piace
commenti0 commenti

Dov'è l'origine là è la salvezza

Affresco di un’era brutale, (1861/1952) in cui pastori e contadini sono costretti a sopravvivere a un destino già compromesso. Pochi sconti ai protagonisti del nostro Risorgimento. Busti, tutti senza piedistallo, ammantati di retorica, ma pur sempre collanti della nostra sacra unità.
voti1 mi piace
commenti0 commenti
maschera

FRANCESCO RAVENDA

Opere candidate Libri in vendita

Le cronache poco interessanti di Charles Seagull

Un ragazzo normale, dopo aver finito di fare colazione, si trova catapultato in una avventura surreale in Australia, dove tra mille peripezie si fuma troppe sigarette.
voti1 mi piace
commenti0 commenti

Triora

‘Stringerò li denti
E diranno che rido.’
Franchetta Borelli, bagiua di Triora

Aurelio Armato è un uomo in fuga.
Dalla città dov’è nato, dai ricordi dei suoi genitori, dal proprio divorzio e dal rapporto con sua figlia ormai maggiorenne.
Partito soldato e poi entrato in polizia ha trovato, nel proprio lavoro come ispettore, un modo per far quadrare come nel Sudoku, rompicapo che ama, quel che resta del proprio quotidiano quando una telefonata sembra irrompere e distruggerlo per sempre.
Qualcuno gli comunica che sua figlia è stata rapita. Dove?
A Triora, città delle streghe, Salem d’Italia. Città di Aurelio, dov’è nato e cresciuto.
In un attimo, Aurelio si mette in strada per un viaggio a ritroso non solo verso il paese delle sue origini ma anche nel suo passato che gli riserverà, in modo del tutto inaspettato, scoperte sorprendenti.
Triora è un romanzo d’azione che lascia senza fiato il lettore dalla prima all’ultima pagina per i suoi colpi di scena continui ma che è in grado di far riflettere su temi importanti come la famiglia, il senso di colpa, la cultura della violenza nella Storia e la Fede.
Sullo sfondo, le vicende che nel millecinquecento hanno visto il piccolo borgo ligure protagonista di una caccia alle streghe mai vista nella Storia della regione, destinata a far parlare di sé per secoli.
voti22 mi piace
commenti15 commenti
maschera

Alessandro Venuto

Opere candidate Libri in vendita

RESTAURAZIONE

Alberto Nardi ha quarant’anni e ha raggiunto l’apice della sua vita. Si trova a svolgere la mansione di Capo Gabinetto del go-verno Pontificio nel rinato Stato della Chiesa, e ha tra le mani un potere immenso. A seguito della instabilità politica seguita a una crisi economica devastante, un colpo di stato ha restaurato a Roma lo Stato Pontificio, rimettendo al governo di alcune re-gioni del centro e sud italiano il papa. Purtroppo, il papa nuovo eletto è un reazionario vecchia maniera che vorrebbe riportare l’orologio della storia all’antico, instaurando persino il ghetto nella città eterna. Nardi è preoccupato della deriva conservatri-ce che potrebbe portare il nuovo Stato – che si dibatte in enor-mi problemi finanziari – a scontrarsi con la popolazione esa-sperata. Inoltre, una giornalista del Corriere della Sera ha otte-nuto il permesso di intervistare il papa nel decennale della sua elezione al soglio pontificio. Si dà il caso che la giornalista sia una vecchia fiamma di Nardi. La incontra e cerca di mettere un freno all’attivismo che la donna sembra indirizzare nei con-fronti della sua missione. C’è di peggio: Nardi ha ricevuto pre-cise informazioni su un possibile attentato al papa proprio nella occasione della festa del decennale. Si rivolge al capo della si-curezza del papa, uno strano poliziotto che sembra incapace di sostenere il suo ruolo. Mentre si avvicina la data del decennale e della intervista, Nardi tenta di recuperare il suo rapporto con la giornalista, ma questa sembra accettare la sua corte soltanto per avere mano libera con la sua intervista. Non appena Nardi scopre che a Roma la donna ha un amante, lo fa incarcerare per sospetto terrorismo, e il poliziotto che lo serve porta a compi-mento il suo disegno senza problemi. L’intervista ha finalmen-te luogo, ma la giornalista non si attiene alle domande concor-date, ma il papa non se ne duole, anzi, è talmente affascinato dalla donna dall’invitarla sul palco da cui assisterà al decennale della sua incoronazione. A questo punto Nardi si accorge di es-sere stato gabbato non solo dalla donna, ma anche da chi crede-va di controllare come una marionetta.
voti2 mi piace
commenti2 commenti

MAMME EVITA GUAI

Le tappe dei primi due anni di vita del mio primogenito, a partire dallo svezzamento, per arrivare all’inserimento del bambino alla scuola materna sotto casa. Con una scrittura semplice, talvolta ingenua, ho incominciato a scrivere per far ordine, per “fissare” sulla carta le mie giornate dedicate prevalentemente a lui, dopo una gravidanza felice e consapevole avvenuta in età giovane ma non troppo, “centrale” per così dire, dopo aver fatto brevi esperienze lavorative e aver finito un lungo percorso scolastico. Ne emergono seppur in maniera superficiale, valori personali come l’amicizia e una visione ottimistica della vita, dovuta al benessere di quegli anni (antecedenti alla crisi del 2009 e a quella odierna) con le vacanze al mare e alla possibilità di poter frequentare i nonni ancora vivi e le seconde case che seppur modeste e facili da raggiungere ci hanno permesso di variare il mènage quotidiano. L’uscita del primo dentino, le prime parole, i primi passi, l’evoluzione e i piccoli progressi di ogni giorno, che ci portano ad essere persone “uniche” e sono le basi della nostra vita futura. La gioia e la soddisfazione che accomuna tutte le mamme del mondo nel veder il proprio figlio crescere in salute. Mesi vissuti con intensità genuina e che qui riporto con fedeltà e con la speranza che anche mio figlio, ora adolescente, abbia prima o poi voglia di “rivivere”.
voti85 mi piace
commenti68 commenti

Il primo scatto

Un uomo, tre donne ma nessuna storia d'amore. Due delitti, un'indagine ma nessuna sfumatura di giallo. Un viaggio che fa innamorare, ridere, sognare se solo non ci fosse quel passato sempre presente...
voti89 mi piace
commenti23 commenti

Azzurra Ricerca

Selena è una ragazza semplice ma ribelle alla ricerca disperata di qualcosa che deve assolutamente capire. Questo romanzo d'avventura ad impronta psicologica viaggia in parallelo alle emozioni dei personaggi, scoprendo luoghi meravigliosi, sembrerà di entrare in un'altra realtà, vivendo esattamente le identiche storie dei personaggi.
voti2 mi piace
commenti1 commenti

L' INTRECCIO DI PALAZZO GALASSO

È il 1987, siamo in Basilicata, a Sant’Angelo Le Fratte, piccolo Comune della provincia di Potenza. Il periodo è quello del post-terremoto del 1980.
L’Amministrazione Comunale ci affida i lavori di restauro di un antico edificio: il Palazzo Galasso. La costruzione è stata recepita, da parte del Comune, tramite donazione. A Palazzo Galasso l’Amministrazione Comunale prevede di trasferire la nuova sede comunale. La costruzione è stata abbandonata dalla precedente proprietà molto prima del terremoto, versa in gravi condizioni. Incuria e terremoto dell’Ottanta hanno inflitto allo stabile danni enormi.
Diamo inizio alle attività di rilevamento necessarie alla pianificazione dei lavori, in quella che ormai è una pericolosa micro Ghost Town. Dopo tre mesi di accertamenti, che compiamo tra muri in rovina e solai pericolanti, ha termine la campagna delle operazioni di rilevamento.
Possiamo dare inizio alla fase della redazione del progetto. Ma uno dei tanti grafici da allegare alla pratica edilizia ci mette di fronte a una situazione che ci appare assurda. Lì per lì attribuiamo la discrepanza a errori commessi durante le difficili operazioni di rilevamento. Effettuiamo vari controlli, ma le verifiche confermano la correttezza del lavoro svolto.
Siamo in una impasse. Non riusciamo a venirne fuori. È un’altra casualità: l’aver dato un’occhiata di sfuggita alla copertina di un fumetto, a indicarci la strada che ci condurrà alla scoperta di un nascondiglio segreto, nascosto con ingegno, all’interno del palazzo. La scoperta del nascondiglio si trascinerà dietro una drammatica storia di quattro secoli prima.
voti3 mi piace
commenti0 commenti

SOGNI: BASTEREBBE LANCIARE UNA MONETINA PER REALIZZARE CIÒ IN CUI SI CREDE?

Il mio manoscritto appartiene al genere “memoir”. Sono una serie di esperienze, di carattere diverso che seguono un tema conduttore: i sogni. Ognuno di noi nella vita ha degli obiettivi, dei gradini che desidera realizzare e che diventano parte delle nostre esperienze, che svelano la personalità e il nostro modo essere. Esistono diverse tipologie di sogni: quelli di trovare l'amore, di viaggiare, l’amicizia, quelli che riguardano il nostro futuro. Questi ultimi sono quelli a cui rispondi alla famosa domanda “cosa farò da grande?”. Ma non solo. Il mio libro tratta dei veri sogni, quelli che facciamo mentre dormiamo e che rappresentano le proiezioni delle nostre passioni, quelle più inconsapevoli e inconsce.
Inoltre, il manoscritto viaggia tra un presente e un passato, un prima e un dopo. La prima parte è legata a quei sogni adolescenziali in cui riponi la passione, ma sono ancora lontani per vederne l’effettiva realizzazione e sono differenti rispetto alla prospettiva adulta: quella dell'esperienza; i primi sono quelli segnati dalla ribellione, dalla voglia di scappare e dall’inconsapevolezza tipica di quel periodo. Mentre nella seconda parte, gli obiettivi sono legati alla parte matura, più consapevole, che permette di vedere il mondo con occhi diversi, in cui ci si rende conto che solo attraverso il sacrificio e lo studio ci si puoi avvicinare a ciò che da bambini, ci sembrava irraggiungibile.
voti2 mi piace
commenti2 commenti
maschera

Mariavittoria Isaja

Opere candidate Libri in vendita

Come un filo d'erba ai Decumani

Storia d’amore ambientata a Napoli.
Lei, Chiara, Io narrante; lui, Daniel, pianista che “per comporre musica, diceva, bisogna toccare odorare assaggiare tutto, compreso i luoghi, e specialmente questa città, divenuta subito anche la sua quando, proveniente da Istanbul, vi era sbarcato a cinque anni da una gigantesca nave inzeppata di migranti, il cui odore di miseria e speranza ancora gl’impregnava il ricordo”.
Si erano persi, si rivedono per caso vent’anni dopo, ai Decumani; lei fugge, felice e spaventata.
Una vita in mezzo, per Chiara una figlia e un’esperienza di alcolismo.
Solo alla fine sapremo se i due si ritrovano.
L’amore va oltre, è sogno e realtà insieme. Anche la città, Napoli, è sogno e reale quotidianità.
La storia si intreccia con un altro percorso d’amore, nella stessa città, e qui la voce narrante è un “giornalista e scrittore” un po’ misterioso e magico.
voti8 mi piace
commenti5 commenti

KIWI METALLIZZATO

Beatrice è una giovane donna con trenta chili di troppo, e qualcosa in più. È come se si portasse addosso una bambina di nove o dieci anni magra. Anche il resto non è proprio carino, gli uomini l’hanno sempre ignorata, ma per lei non è un problema, si è abituata e vive serena, però Beatrice una cosa affascinante ce l’ha: la voce. Ma, come dice lei, gli uomini non se ne fanno niente di una bella voce. Il caso vuole che lei incontri Jimmy, un ragazzo americano che lavora in Italia. Jimmy è la perfezione, è così bello che fa pensare: non è possibile! Il dramma è che il bellissimo Jimmy s’innamora di Beatrice. Nessuno ci crede, lei è la prima a non crederci, invece è vero e si spalancano le porte dell’inferno… si fa per dire…
voti10 mi piace
commenti5 commenti

Realtà o fantasia?

Questa raccolta di tre racconti ha come filo conduttore la contrapposizione tra Realtà e Fantasia. Si cerca la risposta alle domande:
Ciò che sperimentiamo ogni giorno è reale?
La fantasia è solamente una deviazione del cervello o qualcosa di più?
Is this the real life? Is this just fantasy?
Nel primo racconto, “Un delirio eppure non tanto”, il protagonista vive un’assurda avventura, che trova le sue radici in una scoperta sensazionale: l’origine della Fantasia coincide con la presenza di un buco nero all’interno del cervello umano.
Il secondo racconto, “Il cancello”, inizia con una classica situazione da film dell’orrore: il protagonista si trova in una casa abbandonata, ha paura, ricorda un passato oscuro. Durante questa reminiscenza avviene un dialogo tra il protagonista in età infantile, che rappresenta la Realtà Razionale, e una bambina, che invece rappresenta il Sogno e l’Irrazionale.
Nel terzo racconto, “Il castello”, sei personaggi narrano, con voci diverse, la loro visita guidata a un castello antico. Per diversi motivi, si ritrovano catapultati in un mondo fantastico, dove dialogano con un Leone e un Drago a proposito dell’essenza del reale.
Poiché l’irrazionale, come l’immaginazione, sono delle componenti imprescindibili per l’essere umano, questi tre racconti si promettono di trasmettere l’importanza della Fantasia, che può essere utilizzata come una nuova chiave interpretativa del Reale.
voti4 mi piace
commenti2 commenti
maschera

Margherita Fasano

Opere candidate Libri in vendita

Quando Smetterà Di Piovere

Durante una gita scolastica, un autobus pieno di studenti ha un incidente in montagna. Il protagonista, un giovane sedicenne, si risveglia in una foresta con un braccio rotto e un desiderio irrealizzato: vorrebbe essere morto. È la sua la voce narrante di questa storia, una voce che cela dolore e paura dietro ad una visione profondamente distaccata della vita. Le sue riflessioni si fanno strada silenziosamente nella sua mente, mentre lui osserva i minimi particolari di ciò che lo circonda, trasformandoli in basi per discorsi che mai escono dalla sua bocca. A parlare, perlomeno all’inizio, sono altri superstiti, due ragazzi e due ragazze che intuiscono che l’unica cosa da fare per non impazzire sia proprio parlare; così si raccontano le loro vite, ricche di emozioni struggenti intrecciate con intensi pensieri. Man mano che passano le ore, aumentano e si evolvono i dialoghi tra i personaggi fino a toccare importanti tematiche universali e al contempo intime, affrontate con una leggerezza profondamente umana.
Tutti e cinque pensano che le loro parole non siano altro che un modo per passare il tempo in attesa dei soccorsi, ma in realtà con quelle stesse parole la vita se la salveranno da soli.
voti17 mi piace
commenti4 commenti

Il Sesto Sigillo

Autori: Mario Pastore & Giulio Spreti

Il romanzo si articola in un orizzonte temporale di tre giorni coincidenti con un conclave dove i cardinali sono ancora una volta chiamati a trovare il successore di Pietro.
La Chiesa di Roma è di fronte ad un bivio: continuare una gestione della tradizione multi millenaria che l’ha portata oggi a confrontarsi con problematiche che la vedono minacciata nella credibilità, oppure tentare una rifondazione affidandosi ad un nuovo ‘profeta’ con il rischio che questi sia veramente ‘figlio di Dio’…
Il romanzo rievoca una vicenda che prende le mosse da Papa Albino Luciani per giungere a maturazione ai giorni nostri.
La riproposizione di valori dimenticati può tuttavia rappresentare una minaccia al sistema. Chi è il portatore di questi valori, da dove viene, da dove nasce e…da chi?
A ricordarlo è una voce inaspettata, insolita, che agisce sulla cultura e non sulle rappresentazioni; una voce che viene da lontano, molto lontano.


voti3 mi piace
commenti1 commenti

Un'amore

Un’amore “con l’apostrofo”, perché è una storia d’amore tra donne.
Milano, fine anni Settanta. Le quindicenni Monica e Renata scoprono d’essersi innamorate l’una dell’altra. A 18 anni fanno outing e sono costrette a lasciare le loro famiglie e andare a vivere insieme. Vent’anni dopo Monica desidera diventare madre e vi riesce grazie a un’inseminazione artificiale a Barcelona.
Emma Manola, la loro figlia, cresce in intelligenza e coraggio. Ma dopo un serie di appassionate e sfortunate relazioni (con ragazze e anche con un ragazzo) decide di partire per Santiago de Compostela, in quella Spagna dove probabilmente vive il suo padre naturale. Con questo pensiero in mente, al ritorno si ferma per qualche giorno a Barcelona, dove tra la folla è certa di riconoscere i suoi tratti somatici in un uomo sulla cinquantina: lo segue fin dentro una chiesa e scopre che l’uomo è un sacerdote gesuita e che mastica un po’ d’italiano. Inizia così una serie di conversazioni con lui, sperando di svelare il mistero della paternità. Scoverà però in sé un altro mistero.
voti3 mi piace
commenti2 commenti

MISSIONE: GALILEO

Cosa hanno in comune un premio Nobel per la fisica, una giovane biologa arrivista, un timido professore di storia, un celebre astronauta, un'antropologa solitaria, un giornalista televisivo, una bella oculista, uno spericolato regista, uno spiritista ossessionato dai complotti ed una non più giovane governante?
È la domanda che si pone il Capitano Linch, esperto d'informatica, quando viene a sapere che la NASA ha bisogno proprio di loro per una missione la cui destinazione e scopo è talmente segreta da non poterne informare nemmeno i diretti interessati, se non all'immediata vigilia della partenza, quando sapranno del loro grande appuntamento con la storia.

Inaspettatamente ed in pratica senza mai vedere i nemici, i "crononauti" si troveranno a combattere su tre fronti.
La sconosciuta ed incredibile "guerra dei mille anni" li vedrà impegnati contro gli invisibili avversari che vogliono il fallimento della missione e per cercare di vincere, come in una partita a scacchi, dovranno usare le antichissime armi dell'intelligenza e del ragionamento.
Per resistere alla mortale minaccia portata dall'universo stesso utilizzeranno tutti i mezzi che tecnologia e scienza possono loro offrire.
Al fine di battere gli speculatori del loro tempo faranno ricorso alle risorse offerte dalla moderna finanza.
--
Ambientato nel futuro prossimo, in un mondo dominato dall'invadenza della televisione, questo romanzo si inserisce nel grande filone del viaggio nel tempo, affrontandolo però in maniera diversa ed innovativa, soprattutto senza mai cadere nei paradossi tipici di questi racconti, anzi facendone un punto di forza.
Non mancano una componente "gialla", una vena d'umorismo ed una romantica storia d'amore in impari lotta con il tempo ed il suo oblio.
Non un romanzo d'azione nel normale senso del termine è però ricco di colpi di scena che si susseguono in crescendo, fino a letteralmente l'ultima frase dell'ultima pagina.
Peculiare è la mancanza di un protagonista.
I "crononauti" si alternano, recitando a turno il ruolo del primo attore, per poi tornare alla parte dei comprimari quando il palcoscenico è occupato da altri.
In conseguenza dell'importanza che ha il gruppo, nel suo insieme, nel libro si incontrano poche "frasi pensate" e molto dialogo.
In ogni modo, tutto il racconto è un omaggio allo scopo ultimo della missione: Galileo Galilei, al cui ricordo quest'opera è dedicata.





PRESENTAZIONE DELL’OPERA


Il racconto comincia a svilupparsi lentamente poi gli avvenimenti si svolgono con crescente rapidità.
Nella prima parte il lettore farà lentamente conoscenza con i personaggi e lo scopo della spedizione.
Nella seconda, durante il viaggio di andata, uno dopo l’altro compariranno i “misteri” della vicenda.
La terza sezione è dedicata alla missione vera e propria, una volta a destinazione.
La quarta narra del viaggio di ritorno e della lotta contro l’universo stesso.
Nella quinta ed ultima, tutti i
voti0 mi piace
commenti0 commenti
maschera

GIOVANNI LUCA VENTURA

Opere candidate Libri in vendita

UCCISO DALLE STELLE

Nel mondo dello spionaggio i sospetti, anche i più assurdi, sono d'obbligo. Scoprire cos'abbiano in comune astrologia e servizi segreti può essere tutta una sorpresa, anche per Marco Doole: il miglior agente dell'Istituzione Madre.
voti0 mi piace
commenti1 commenti

Torna su