ScriviBookTribu News

Gli editor di BookTribu: Sonia Lombardo

26 febbraio 2015

Dopo avere conosciuto più da vicino un autore e una illustratrice che fanno parte della community di BookTribu, oggi approfondiamo la conoscenza dell'editor Sonia Lombardo.

Da quanto tempo ti occupi di editing e come mai hai iniziato?
Ho cominciato quattro anni fa collaborando con l'agenzia letteraria Lanterna Notturna di Writer's Dreams, noto sito per scrittori, e poi ho proseguito fornendo servizi di editing e correzione bozze tramite diverse piattaforme di self-publishing.

Hai dei modelli letterari oppure un genere che trovi più congeniale?
Sono molto appassionata di letteratura americana, in particolare mi piace molto il post-modernismo. Anche se il mio scrittore preferito è italiano, Alessandro Baricco, che è certamente un modello per me.

Sei un editor professionista oppure è un'attività a cui ti dedichi nel tempo libero?
L'editing fa parte dei servizi che offro come Self (Publishing) Assistant. È un progetto in fase di sviluppo, che ha l'intento di portare anche in Italia l'assisted self-publishing, una modalità di auto-pubblicazione che prevede la collaborazione con professionisti in grado di guidarti durante le fasi che precedono e seguono la pubblicazione di un libro. Quindi, dall'editing, alla scelta della piattaforma di distribuzione, fino alla promozione online.

L'ultimo libro che hai letto e cosa ne pensi?
Ultimamente sto partecipando ad un circolo letterario organizzato da una piccola casa editrice di Napoli, Scrittura&Scritture, che ogni due settimane ci propone un libro dei loro autori. Alcuni sono stati una vera scoperta, come Alessandra Zenarola e Domenico Infante, davvero penne molto delicate.

Come hai scoperto BookTribu e quali aspetti della community ritieni più interessanti?
Uscendo, su Storiacontinua.com, ogni settimana con due articoli sulle novità nel campo dell'editoria digitale, cerco di essere sempre informata su iniziative come la vostra. Infatti, non ho esitato a contattare Emilio Alessandro Manzotti per un'intervista (che adesso ricambia...). L'aspetto che più mi ha interessato di BookTribu è il modo in cui intende coinvolgere tutti i giocatori della filiera, in primis i lettori. E questa è una delle novità arrivate con il digitale, ossia, lasciare che siano i lettori a decidere quale storia meriti di diventare un vero e proprio libro.

SCRITTO DA La Redazione
voti0 mi piace
commenti0 commenti
Condividi su

Torna su