ScriviBookTribu News

Voce alle Storie degli Autori: Carico, carico, carico di Angelo Ricci

06 aprile 2016

Pronti per un viaggio? Angelo Ricci vi porta fra monti, fiumi e declivi, vi fa attraversare valli sconosciute e percorrere lunghe autostrade. Racconta l’appennino, ma con uno stile tutto particolare: dimenticate documentari e informazioni turistiche, in questo brano conoscerete le montagne da una prospettiva del tutto nuova.

[…Strade curvacee uniscono oltrepò lombardi, eredi di trattati di pace settecenteschi, ad appennini piemontesi grondanti di ettolitri di fruttato Gavi, raccolto da viti che ornano pendii di villaggi persi in valli dove la penombra ottobrina la fa da padrona, simile al fantasma oscuro di pomeriggi bui che ammantano fornaci diroccate sulla Milano-Serravalle, il cui orgasmo di roccia è trattenuto da reti metalliche marchiate da imprese milanesi e piemontesi che allungano i loro bilanci aziendali tra le selve di passate guerre partigiane fra repubblichini di base genovese e partigiani di base garibaldina e badogliana. Tratti uniformi di millepiedi automobilistici invadono strade ornate di agriturismi e di bar tabacchi che distribuiscono Marlboro light, lattine di Coca-Cola e salumi varzesi e del giarolo, preda di tatuati motociclisti milanesi dalle tute nere di pelle sadomaso, eredi di una Jodelle eroina pettoruta dei fumetti porno di coste azzurre anni Settanta. Parcheggi trovati a stento in campi di erba medica lasciati al ricordo di allevamenti di vacche che rimembrano galliche produzioni di formaggi parigini e della valle della Loira, testimoni della instancabile conquista romana che vince il tutto per tutto ad Alesia…]

E il resto del viaggio? Lo trovate alla sezione Opere candidate!

SCRITTO DA La Redazione
voti1 mi piace
commenti0 commenti
Condividi su

Torna su