ScriviBookTribu News

Voce alle Storie degli Autori: Un mistero in via Cardano e altri racconti, di Romano A. Fiocchi

27 aprile 2016

Chi è Santina Carena? Una donna apparentemente insignificante che nasconde dieci, cento, mille vite. In questa storia fa la sua comparsa proprio di fronte alla basilica di San Michele, nel cuore di Pavia: riuscirà il lettore a scoprire cosa si nasconde dietro la misteriosa signora, e perché questa passa le sue giornate a osservare i bassorilievi che ornano la chiesa?

 

[...Era, Santina Carena, una donnina piccola e rotondetta, vicina alla sessantina. Ciuffi di capelli stopposi sbucavano di sotto il berretto di lana, dal colore indefinibile. Viso paffuto, sorridente, rosso di screpolature e grinzoso quel tanto da farla sembrare più vecchia. La vidi per la prima volta davanti alla facciata austera del bel San Michele, appoggiata alla cancellata del giardino degli Arnaboldi, intenta a guardare in su, verso i bassorilievi di arenaria. Il cielo invernale ingrigiva la pietra e immalinconiva le ombre delle architetture. Faceva specie vedere davanti all’imponenza della basilica quella cosina tonda e unta come un tortello, avvolta in vestiti che sembravano per lo più straccetti. Aveva anche un bastone, un bastone di duro frassino. Sì, perché Santina Carena, da quando si era lesionata un femore cadendo per strada, non poteva fare a meno di un appoggio. Sorretta dalla cancellata, la donnina guardava in su. Il bastone oscillava come un pendolo, ora a sinistra ora a destra della gamba che le faceva da puntello. Gesto carismatico e scaramantico nel contempo. L’altra gamba invece, quella menomata, era piegata sotto l’ampia gonna e la gonfiava arrotondando di più la sua fisionomia. Mi sembrava impossibile che una creaturina così insignificante potesse scatenare tutto quell’interesse, che si raccontassero tutte quelle cose sul suo conto, che la gente si accalcasse attorno a lei per sentirla “leggere”...]

Come andrà a finire? Scoprirtelo alla sezione Opere Candidate!

SCRITTO DA La Redazione
voti1 mi piace
commenti0 commenti
Condividi su

Torna su